cbd lyme disease
10 min.

Update:

Il CBD è il principale composto della cannabis senza effetti psicoattivi, noto anche come cannabidiolo. Diversi studi medici dimostrano che ha proprietà benefiche per il trattamento di condizioni di salute come l’epilessia, l’infiammazione, dolore, vomito, depressione, ansia, insonnia, tra le altre patologie.

I primi anni, studiare a fondo le proprietà medicinali della cannabis è stata una sfida diretta alla legge. Da allora queste restrizioni sono cambiate e la medicina moderna ha condotto diversi studi e analisi sugli effetti e i benefici di questa sostanza.

E, oltre ai benefici già noti, gli scienziati hanno scoperto che questo particolare componente potrebbe anche aiutare le persone che soffrono della malattia di Lyme.

Scopri di più su questa malattia e come il CBD potrebbe essere un efficace trattamento della malattia di Lyme.

Che cosa è la malattia di Lyme?

La malattia di Lyme è un’infezione causata dal morso di zecca che colpisce le persone soprattutto negli Stati Uniti e in Europa. Gli insetti sono portatori dei batteri Borrelia Garinii e Borrelia Afzelli Borrelia, che vengono trasmessi agli umani appunto dopo un morso e sono responsabili per lo sviluppo della malattia di Lyme.

Purtroppo, questo può verificarsi in modo casuale durante le passeggiate nei boschi, parchi e aree con un molta di erba, dove è comune per le zecche a vivere e diffondersi. L’unico aspetto positivo è che questa malattia non è contagiosa, ma può causare gravi complicazioni sanitarie se non trattata in tempo.

In molti casi, il morso della zecca viene lasciato passare inosservato e i sintomi dell’infezione sono associati ad altre malattie. É quindi necessario eseguire un test di laboratorio per identificare e diagnosticare correttamente la malattia di Lyme e iniziare il trattamento rapidamente.

Morbo di Lyme

Sintomi della malattia di Lyme

Eseguire il test per la malattia di Lyme, non appena si sospetta che si può essere infetti di questa malattia è fondamentale, come detto i Borrelia Garinii Borrelia e Borrelia Afzelli batteri sono difficili da identificare ed eliminare dal corpo. Infatti, essi compromettono significativamente il sistema immunitario e spesso sviluppano resistenza ad alcuni antibiotici.

Se si nota uno qualsiasi di questi sintomi si consiglia di consultare immediatamente un medico, al fine di prevenire ulteriori danni permanenti causati dalla malattia di Lyme.

Sintomi lievi:

  • Rash intorno al morso
  • Dolore in tutto il corpo
  • Perdita di mobilità nei muscoli e nelle articolazioni
  • Ghiandole gonfie
  • Mal di testa
  • Stanchezza
  • Febbre

Sintomi gravi o permanenti:

  • Artrite reumatoide
  • Problemi cardiaci
  • Danni al sistema nervoso
  • Neuropatia periferica o strane sensazioni alle estremità
  • Meningite
  • Paralisi facciale
  • Cambiamenti nervosi
  • Depressione
  • Ansia
  • Confusione

In generale, le persone con gravi sintomi della malattia di Lyme sviluppano problemi psicologici come depressione, nevrosi, e ansia a seguito di dolore costante o danni permanenti alle funzioni del corpo. Per questo motivo, il suicidio è considerato una delle conseguenze più fatali causate da questa infezione.

CBD – Un modo efficace per trattare la malattia di Lyme

Molti specialisti ricorrono rapidamente agli antibiotici farmaceutici per il trattamento di questa infezione. Tuttavia, gli studi scientifici confermano l’aiuto che il CBD apporta nel combattere i sintomi lievi e gravi di questa malattia.

Questi studi rivelano che il CBD ha le proprietà benefiche ideali, il che lo rende un supplemento appropriato e adeguato per migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono di questa patologia.

Il Cannabidiolo esercita un effetto antibatterico 1, diminuisce il dolore causato dalla neuropatia periferica, riduce il mal di testa e la nausea, rafforza il sistema immunitario, fornisce proprietà anticonvulsivanti e controlla gli episodi nervosi, l’ansia e la depressione.

Uno studio condotto nel 20082 ha dimostrato che il consumo di CBD può combattere efficacemente i batteri. Lo studio ha inoltre osservato che l’effetto antimicrobico del CBD è altamente efficace contro i batteri resistenti agli antibiotici.

Come testimonianza personale, una paziente ha indicato che fumare cannabis con alto contenuto di CBD l’ha aiutata a ridurre gli spasmi che aveva a causa di questa malattia. Proprio come questa, ci sono innumerevoli testimonianze di pazienti che sono riusciti a mitigare i disturbi della malattia di Lyme grazie all’uso di CBD.

Come dovrebbe essere utilizzato per trattare la malattia di Lyme?

La quantità di CBD che un paziente deve consumare dipenderà dalla gravità dell’infezione. Ad esempio, una persona con sintomi lievi e possibili focolai depressivi potrebbe assumere circa 25 mg al giorno. Per le infezioni più gravi, come nelle prime fasi in cui i disturbi sono più forti, si consiglia di prendere circa 45 mg al giorno.

Consigliamo sempre l’approccio step-up, come descritto nel libro – CBD: A Patient’s Guide To Medical Cannabis” di Leonard Leinow. Secondo questo libro, questo tipo di patologie possono ottenere miglioramenti con una dose standard di CBD o da 10 mg a 100 mg di CBD/dose/giorno.

Si consiglia di dividere l’assunzione in tre dosi uguali invece di consumare solo una o due dosi elevate durante il giorno. Se la vostra condizione non sembra migliorare dopo l’assunzione della dose giornaliera e state pensadno di aumentare il dosaggio, vi preghiamo di parlare prima con un medico aggiornato.

Articolo correlato: Guida al dosaggio del CBD

Attenzione

Anche se gli studi medici non riportano effetti collaterali consistenti dopo il consumo di CBD, è consigliabile evitare sovradosaggi del composto. Tuttavia, è possibile sperimentare con i livelli di dose indicati fino a trovare la quantità che aiuta a migliorare la propria condizione.

Una volta che il corpo si adatta al composto noterà un significativo miglioramento dei sintomi della malattia di Lyme. Tuttavia, è importante per uno specialista di consigliare con precisione o prescrivere il dosaggio appropriato in base al progresso della malattia.

Che cosa dice la ricerca sul trattamento della malattia di Lyme con CBD

E’ noto che non ci sono al momento studi clinici direttamente associati al trattamento del morbo di Lyme tramite uso di CBD. Ma il CBD ha dimostrato i suoi benefici terapeutici da diversi anni e per dare maggiore credibilità all’uso di questo componente come trattamento per la malattia di Lyme, possiamo rivedere alcuni studi medici come:

Studi clinici

Nel 2013, uno studio clinico sul dolore causato da malattie terminali come il cancro è stato condotto da ricercatori britannici3. Questo è uno dei tipi di dolore più difficili da tollerare e di solito, i farmaci non possono calmarlo. Il CBD ha dimostrato di avere un effetto positivo sul dolore, la fatica e l’insonnia. Inoltre, non ci sono state reazioni avverse con l’uso prolungato del composto. Non c’è stata una mancanza di efficacia e il trattamento è stato perfettamente tollerato da pazienti con dolore grave e terminale.

Allo stesso modo, uno studio per il mal di testa ed emicrania4, che sono altri sintomi della Sindrome di Lyme ha ottenuto risultati molto favorevoli. Avere spasmi quando si soffre di questa sindrome è anche molto comune. Lo studio ha mostrato che il cbd offre un aiuto nel caso di epilessia e sclerosi multipla. Anche in questo studio non si sono notati effetti collaterali a causa dell’uso a lungo termine del CBD.

Questi studi dimostrano che i sintomi più comuni della malattia di Lyme possono essere alleviati efficacemente grazie all’uso di questo componente della cannabis. Allo stesso modo, le reazioni psicologiche associate con l’ansia e la depressione sono tenuti sotto controllo.

Analisi di laboratorio

Dal 1958, studi di laboratorio hanno dimostrato che la cannabis ha proprietà antibatteriche, e nel 2008 anche il CBD ha mostrato risultati positivi al riguardo.

Per molti anni, diverse analisi di questo tipo hanno dimostrato la capacità antinfiammatoria del CBD 5. Inoltre, i ricercatori spiegano che i suoi effetti sono evidenti abbastanza rapidamente e grazie ad un’analisi dell’anno 2016 è stato dimostrato che agisce in modo molto simile agli antidepressivi farmaceutici.

Conclusione

Per concludere, si può dire che una serie di studi e prove mediche dimostrano l’efficacia del CBD per trattare adeguatamente la malattia di Lyme. Anche se sono necessarie ulteriori ricerche, sempre più pazienti condividono la loro testimonianza sugli effetti positivi di questo cannabinoide sulle loro condizioni di salute.

Inoltre, ci sono medici che approvano il consumo di integratori naturali o ceppi ricchi di questa sostanza come completamento per i pazienti affetti da Lyme, purché non sostituiscano i trattamenti antibiotici farmaceutici indicati per eliminare i batteri dall’organismo e curare completamente la malattia.

Riferimenti:

  1. B. van Klingeren und M. ten Ham. „Antibacterial activity of Δ9-tetrahydrocannabinol and cannabidiol“ Journal of Microbiology (1976) []
  2. Giovanni Appendino, Simon Gibbons, Anna Giana, Alberto Pagani, Gianpaolo Grassi, Michael Stavri, Eileen Smith und M. Mukhlesur Rahman. „Antibacterial Cannabinoids from Cannabis sativa: A Structure−Activity Study“ The American Chemical Society and American Society of Pharmacognosy (2008) []
  3. Johnson JR, Lossignol D, Burnell-Nugent M und Fallon MT. „An open-label extension study to investigate the long-term safety and tolerability of THC/CBD oromucosal spray and oromucosal THC spray in patients with terminal cancer-related pain refractory to strong opioid analgesics.“ PubMed J Pain Symptom Manage. (2013) []
  4. Eric P. Baron, Philippe Lucas, Joshua Eades und Olivia Hogue. „Patterns of medicinal cannabis use, strain analysis, and substitution effect among patients with migraine, headache, arthritis, and chronic pain in a medicinal cannabis cohort“ Springer Open J Headache Pain. (2018) []
  5. Prakash Nagarkatti, Rupal Pandey, Sadiye Amcaoglu Rieder, Venkatesh L Hegde und Mitzi Nagarkatti. „Cannabinoids as novel anti-inflammatory drugs“ HHS Public Access Future Med Chem. (2009) []

Connettiti su Facebook con altre persone che utilizzano il CBD
Vorresti conoscere l'esperienza di altri utenti di CBD? Hai domande sul CBD? C'è un gruppo CBD attivo su Facebook.

L'autrice

Alyssha Bal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *