cbd for mental health
4 min.

Update:

Molte delle proprietà della CBD hanno un grande impatto sulla salute mentale. Tra queste vi sono il rilassamento mentale e fisico, gli effetti neuroprotettivi e antinfiammatori. Pertanto il cannabidiolo è usato nei pazienti ansiosi e nelle persone che soffrono di depressione o di PTSD.

CBD per gli attacchi di panico – La testimonianza di Nadine

Sono quasi quattro anni che soffro di un disturbo d’ansia. Certi giorni non riuscivo nemmeno ad uscire di casa.

Andare a fare la spesa o fare shopping, era il momento peggiore per me. Appena c’era troppa gente in giro avevo attacchi di panico. Il medico mi ha dato delle compresse, ma a causa di questi medicinali perdevo molto peso. Così ho smesso di assumerle ma il panico è tornato.

Ad un certo punto ho trovato le compresse giuste per me, ma non mi sono mai sentita a mio agio al 100% nel prenderle.

Parlando con i miei amici, mi sono imbattuta in Nordic Oil. Ora sto prendendo 500mg di olio di CBD da circa 4 mesi.

3 mesi fa ho smesso di prendere le mie compresse, e voilà, niente più paure. Tutto sommato, mi sento molto meglio. Prima di prendere le gocce ero sempre stanca, non importa se dormivo 2 ore o 8 ore, mi sono sempre sentita come se fossi sempre affaticata. Ora, per la prima volta, le cose vanno di nuovo molto meglio.

Sono motivata, ben riposata ed in equilibrio con il mio corpo. Grazie mille per tutto questo ❤️


CBD per disturbi d’ansia nella guida della macchina

La testimonianza di Julia

Circa 10 anni ho avuto un malore ed ho dovuto chiamare l’ambulanza per farmi portare in ospedale. La diagnosi è stata: tachicardia rientrante. In altre parole, una grave aritmia cardiaca, che nel peggiore dei casi può essere fatale. Da allora prendo quotidianamente i betabloccanti (il mio cardiologo pensava che fossi troppo giovane per l’ablazione a 30 anni).

Non potevo credere che la paura potesse limitare così tanto la mia vita. Così sono andata dallo psichiatra, che naturalmente voleva prescrivermi degli inibitori della serotonina, informandomi anche dei seri effetti collaterali del medicinale (tra cui l’aritmia cardiaca). Dopo una piccola ricerca, mi fu chiaro che questa non poteva essere la strada giusta. Un mio amico che soffriva di sintomi simili mi consigliò Nordic Oil. Così l’ho cercato su internet e ho ordinato un loro prodotto. Prima ho ordinato l’olio da 500mg (5%). Avevo anche letto che ci potevano essere interazioni con i beta-bloccanti, ma valeva comunque la pena provare!

Io stesso faccio fatica a crederci (essendo cresciuta in casa di un medico, ho un acquisito scetticismo nei confronti della medicina naturale), ma nelle ultime 2 settimane il mio viaggio verso il lavoro è diventato di nuovo più breve! Mi sto lentamente approcciando ai percorsi che sono ancora relativamente nuovi nella mia lista dei “li non si può non guidare”. Sono ancora in ansia per le autostrade e le grandi strade, ma ci arriverò. Sono ancora nervosa ma il panico non arriva più a bloccarmi totalmente. Aspetto che si manifestino i soliti sintomi, ma… niente! Avrei potuto iniziare a piangere di felicità quando ho notato l’effetto già dopo qualche giorno! Dato che prendo le gocce circa 45 minuti dopo i miei betabloccanti, non sembrano esserci problemi. Almeno soggettivamente non noto nulla (di male).

Ho iniziato con 1 goccia 3 volte al giorno e ho aumentato gradualmente fino ad arrivare a 3 gocce. Ho anche ordinato l’olio da 1500mg (15%) perchè vorrei vedere se riesce ad aiutarmi ulteriormente. A proposito, le gocce aiutano in maniera abbastanza immediata: sono appena tornata dal medico con la diagnosi che la mia ghiandola tiroidea deve essere operata, ho subito preso una goccia di olio e già dopo mezz’ora ero molto più calma :)))


Connettiti su Facebook con altre persone che utilizzano il CBD
Vorresti conoscere l'esperienza di altri utenti di CBD? Hai domande sul CBD? C'è un gruppo CBD attivo su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *