4 min.

✓ Evidence Based


Rate post

Last updated on 26 Maggio 2022

Il dosaggio giusto è l’aspetto principale per ridurre al minimo gli effetti negativi laterali. Questo è seguito dalla scelta del giusto metodo di consegna e dalla giusta tensione di cannabis e preparazione.

Idratazione

Uno dei motivi principali degli effetti collaterali per i miei pazienti che usano la cannabis è la disidratazione. Inoltre, aumentare l’assunzione di acqua è di solito il modo più economico ed efficiente per migliorare la salute e ridurre gli effetti della cannabis. Sebbene non esista una quantità standard di acqua adatta a ogni persona, la maggior parte delle persone è in grado di bere da 4 a 5 litri al giorno (68-135 libbre). Per determinare la quantità appropriata per le tue esigenze, sii consapevole del livello di sete che senti, qualcosa che molti errore per la fame. Sii consapevole della tua urina. In assenza di alcol, caffeina o altre vitamine che oscurano l’urina (ad esempio la riboflavina) il tuo tratto urinario apparirà chiaro se sei adeguatamente idratato. Ricorda di considerare tutte le bevande che contengono caffeina o alcol nella categoria di “anti-acqua” perché fanno eliminare l’acqua del tuo corpo, anche se hai bisogno di più.

Mentalità e impostazione

Gli effetti negativi più frequenti della cannabis sono dovuti all’interazione tra lo stato di coscienza della persona e l’ambiente che li circonda. Gli effetti negativi della cannabis possono essere evitati prestando attenzione allo stato mentale e all’ambiente circostante prima di usare la cannabis.

In primo luogo, se dovessi provare ansia, paranoia, panico o confusione a seguito dell’uso della cannabis, o se sei nuovo nel mondo della cannabis, allora suggerirei di usarlo solo in un posto che ti è familiare ed è comodo . Gli studi hanno dimostrato che le situazioni che inducono lo stress hanno maggiori probabilità di provocare effetti negativi per gli utenti della cannabis.1

La cannabis può essere un ottimo modo per aiutare i pazienti a “girare la pagina” su pensieri bloccati e limitare i loro pensieri, può aumentare l’intensità di questi sentimenti scomodi. I pazienti spesso non sono sicuri di quale risultato possono aspettarsi e la crescente pensiero o emozioni spiacevoli può essere una fonte di angoscia.

Prima di somministrare la cannabis, dovresti impiegare qualche minuto per guardare e valutare il tuo attuale stato d’animo. Utilizza il tuo “inventario interiore” per valutare lo stato del respiro del corpo, dell’umore e del corpo. Oltre ad aiutarti a determinare il giusto dosaggio del nostro programma, un inventario interno può essere un metodo fantastico per connettersi con te stesso e identificare lo stato attuale della tua mente.

Sebbene 1-5 minuti possa sembrare un tempo lungo, può sembrare molto tempo. Assicurati di essere consapevole. Crea un rituale attorno all’uso della cannabis. Focalizza la tua attenzione su ciò che vuoi guadagnare da questa esperienza.

L’introspezione prima della cannabis può aiutarti a partecipare alla risposta che devi per la cannabis e aumentare le possibilità di “girare la pagina” se è quello che devi fare. Inoltre, la cannabis può stimolare la neuroplasticità, il processo di creazione di nuove connessioni neurali che è coinvolta nell’apprendimento e l’adozione a volte inconcoscienza di nuovi pensieri e modelli comportamentali. Essere consapevoli dei tuoi pensieri e di stabilire obiettivi può aiutarti a massimizzare la neuroplasticità che si ottiene dalla cannabis, in modo da poter migliorare il tuo pensiero e sentirti molto tempo dopo che gli effetti della cannabis sono sbiaditi.

Ricezione cosciente del cibo

Si consiglia ai pazienti che subiscono un aumento dell’appetito a seguito dell’uso della cannabis di consumare cannabis prima dei pasti, avere snack sani a portata di mano e trarre vantaggio dall’aumento del piacere sensoriale della cannabis per godersi i pasti prendi ogni boccone con cura e prestano molta attenzione al Sapore e consistenza, come un esperto di cibo.

Effetti collaterali cardiovascolari

Se ti senti stordito dopo essere stato in piedi, o avere battiti cardiaci irregolari, suggerisco vivamente di usare un metodo di consegna che ha un inizio più lento come la tintura. Fai attenzione a non sovradosarsi di cannabis e assicurati di bere molta acqua. Se stai ancora vivendo questi sintomi, consulta il medico!

Erbe aggiuntive

Nella mia pratica di medico consiglio spesso integratori o erbe utilizzate in combinazione con la cannabis per aumentare i benefici e ridurre al minimo gli effetti avversi laterali.

La radice di Acorus Calamus, spesso definita “bandiera dolce” o semplicemente “calamus”, è stata a lungo utilizzata per secoli in medicina asiatica, europea e nativa americana per una serie di infezioni digestive, nonché altri disturbi. Quando viene combinata con la cannabis, la radice è in grado di proteggere dalle mucose secche e pensieri e ansia sparsi.2 potrebbe anche servire da antidoto agli effetti psicoattivi che possono verificarsi in caso di overdose.3 Roots in polvere Può mescolare con fiori di cannabis e quindi affumicare o una piccola parte della radice può essere masticata lentamente e lentamente o lasciata nello spazio tra guancia e gengive. A dosi più elevate, si ritiene che produca le proprie proprietà allucinogene o visionarie lievi. Gli erboristi in genere suggeriscono la varietà americana di Acorus Calamus sulle varietà indiane e asiatiche per garantire la sicurezza e l’efficacia.

Se hai un paziente che si lamenta di affaticamento a causa dell’uso regolare della cannabis, suggerisco spesso le erbe adattogene che aumentano i livelli di energia e aumentano la capacità di far fronte allo stress. Il santo basilico, noto anche come Tulsi, ed Eleuthero è anche noto con il nome di Ginseng siberiano, sono due dei miei preferiti personali.

Per aiutare con l’ansia innescata dalla cannabis, oltre a scegliere la dose appropriata, la tensione giusta o il metodo di consegna, suggerisco spesso di includere il balsamo per limone o 5-HTP.

1 Gregg JM, Small EW, Moore R, Raft D e Toomey TC (1976) Risposta emotiva al Delta-9-tetraidrocannabinolo per via endovenosa durante la chirurgia orale. J orale surg 34: 301- 313.

2 McPartland, John M. “Adulterazione della cannabis con tabacco, calamus e altri composti colinergici.” Cannabinoids 3.4 (2008): 16-20.

3 Russo, Ethan B. “Taming THC: potenziale sinergia di cannabis e fitocannabinoide -Effetti entourage terpenoidi.” British Journal of Pharmacology 163.7 (2011): 1344-1364.

Author

Integrative medicine specialist | View posts

Nicole Davis is a integrative medicine specialist who focuses on sleep and fatigue. She has extensively explored the therapeutic properties of cannabis, and provides specialized treatment plans according to personal symptoms. Dr. Davis is passionate about helping people feel their best, and believes that everyone deserves access to quality healthcare.

Connettiti su Facebook con altre persone che utilizzano il CBD

Vorresti conoscere l'esperienza di altri utenti di CBD? Hai domande sul CBD? C'è un gruppo CBD attivo su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tredici + tredici =