how to use CBD
8 min.

Qual è il metodo e il prodotto migliore e più efficace quando si parla di CBD? E’ molto soggettivo. I prodotti CBD si presentano sotto forma di olio di cbd, capsule, cristalli di cbd, liquidi per svapare e creme per uso topico. Quindi, quali sono i prodotti da usare? Il metodo migliore dipende dalle preferenze personali e dall’effetto desiderato. Per esempio, una persona che soffre di artrite può scegliere di usare una crema sulle articolazioni per alleviare il dolore in aggiunta ad un olio CBD per una azione totale sul corpo. Sono molti i prodotti in commercio: dall’olio ai cristalli dal tipo di quantità di CBD che si vuole assumere e la durata dell’effetto.

Non c’è una regola generale sul tipo di metodo e il tipo di prodotto da utilizzare per assumere il CBD. L’obiettivo è di assicurarsi che i cannabinoidi entrino nel corpo e diano il sollievo desiderato. La maggior parte delle persone che usano il CBD preferiscono i prodotti commestibili o le creme, perché gli effetti tendono a durare più a lungo che con altri metodi. L’inalazione è ottima per alleviare i sintomi in pochi minuti, ma gli effetti non durano così a lungo. Vale anche la pena di notare che si possono utilizzare diversi metodi di assunzione. Ad esempio, alcune persone preferiscono prendere l’olio di CBD al mattino mentre la sera preferiscono invece svapare i liquidi al CBD tramite sigaretta elettronica. Quindi, il metodo scelto dipende dai risultati che volete ottenere, da quanto tempo volete che duri l’effetto e da quale prodotto preferite ( alcuni per esempio non sopportano il gusto forte dell’olio e preferiscono le capsule).

Metodi di assunzione del CBD

4 modi per assumere CBD:

Per inalazione

Questo è il metodo che viene generalmente associato con il consumo di cannabis a causa degli spinelli. Tuttavia il modo più sano di inalare il CBD estratto dalla canapa, è attraverso un vaporizzatore o una sigaretta elettronica. Per fare ciò si può acquistare un liquido al CBD per lo svapo o direttamente un ceppo di cannabis ad alta concentrazione di CBD. Tuttavia quest’ultima opzione potrebbe essere soggetta a restrizioni in base al paese in cui ci trova. Si può utilizzare la stessa metodologia anche per il THC, tuttavia in Italia questa sostanza è tuttora considerata illegale. L’inalazione offre senza dubbio la risposta più veloce da parte dell’organismo.

In quanto tempo agisce il CBD vaporizzato? / Per quanto dura l’effetto?

L’assunzione per inalazione, ha una risposta da parte del nostro organismo quasi immediata ed è molto facile da gestire poiché basta smettere di vaporizzare il liquido della sigaretta, una volta che l’effetto è iniziato. Gli effetti si sentono già dopo 10 minuti dall’assunzione e puossono durare da 1 a 2 ore, a seconda della quantità assunta.

Tramite cibo

Il CBD edibile può essere assunto sotto forma di cibo, caramelle, cioccolatini o gomma da masticare.

In quanto tempo agisce il CBD edibile? Quanto dura l’effetto?

Questo metodo è quello che offre una maggiore durata dell’effetto; tuttavia ci mette di più per agire in quanto l’organismo necessita tempo per metabolizzare la sostanza. Ci possono volere dall’una alle due ore perchè abbia effetto, e l’effetto durerà dalle 4 fino a 6 ore.

Si consiglia di prestare attenzione a non assumere sostanze contenenti THC. Quest’ultimo, assunto tramite cibo ha un effetto più forte. Il CBD tuttavia non ha questa reazione. Usare il CBD è semplice e sicuro, i peggiori effetti collaterali sono una sensazione di affaticamento, secchezza della fauci o nausea. A differenza del THC, il cannabidiolo non causa stati d’ansia o altri effetti collaterali spiacevoli.

Via sublinguale

L’assunzione del CBD sotto alla lingua (sublinguale) è il modo migliore e maggiormente scelto dai consumatori. Questo metodo prevede la somministrazione dell’olio di CBD direttamente sotto la lingua grazie all’ausilio di un contagocce. L’olio di CBD viene estratto direttamente dalla pianta di cannabis ed è pensato proprio per l’assunzione orale. I migliori oli di CBD vengono estratti con la CO2. Questa metodologia di estrazione è la migliore in quanto risulta più pulita ed efficace. La dose di cbd dipende dalla patologia, ma grazie al contagocce è facile dosare l’olio nel modo corretto. Mettendo le gocce sotto la lingua, il CBD è assimilato in maniera maggiore dal nostro corpo.

Come assumere CBD

Che gusto ha?

Prodotti aromatizzati o no? Si tratta di una scelta personale. L’olio di canapa contenuto nell’olio di CBD ha un sapore molto amaro e non particolarmente piacevole. Se ti piace il sapore della cannabis, ti piacerà probabilmente anche il sapore dell’olio di CBD. Tuttavia sul mercato esistono varietà di olii aromatizzati per i palati più sensibili.

In quanto tempo agisce il CBD sublinguale? / Per quanto dura l’effetto?

Il metodo di assunzione sublinguale è il secondo per rapidità dell’effetto dopo l’inalazione. Si percepisce l’effetto dopo circa 20/30 minuti dall’assunzione ed il massimo effetto si avrà intorno alle 1-2 ore. In totale può durare circa da 1 a 4 ore. Alcuni decidono di assumerlo 3 volte al giorno, altri ogni 4 ore.

Uso topico

Il CBD si trova in prodotti per la pelle quali balsami, oli, creme e lozioni. Questi prodotti a base di CBD non sono psicotropi e vengono in genere utilizzati per via topica per contrastare il dolore, curare infiammazioni, eczemi, eritemi, ed infezioni batteriche cutanee. I cannabinoidi hanno forti proprietà antibatteriche ed antinfiammatorie, ideali per un uso topico e sono ricchi di omega 3. Il cannabidiolo, interagendo con il sistema endocannabinoide in particolare con i recettori CB1 e CB2 presenti nell’apparato epiteliale, ha una grossissima influenza sul benessere della nostra pelle.

Per saperne di più: Il sistema Endocannabinoide

Per cosa possono essere usate le creme di CBD?

  • alleviare il dolore (artrite, dolore muscolare e articolare)
  • gonfiore articolare
  • infiammazioni della pelle
  • acne
  • psoriasi
  • eczema
  • eruzione cutanea
  • infezioni batteriche come la MRSA
  • tumori della pelle
  • dolore a schiena e collo
  • dolore ed infiammazioni ai nervi

Il CBD è usato topicamente, per malattie della pelle dall’acne all’eczema e anche per dolori articolari. Secondo gli studi1,2 è stato dimostrato che il CBD è un potente agente antinfiammatorio.

Quindi, per condizioni come un’eruzione cutanea, acne. Il cannabidiolo non solo funziona bene con le problematiche della pelle, ma può anche essere usato localmente per alleviare il dolore. Per l’artrite, il mal di schiena o i muscoli doloranti si consiglia di usare una crema CBD nella zona. Funziona particolarmente bene su ginocchia, gomiti e mani. Studi hanno dimostrato che il CBD può essere usato anche per tumori della pelle. Questi studi hanno dimostrato che quando il CBD viene applicato sulla pelle, può favorire l’arresto della crescita e la diffusione delle cellule tumorali. La pianta di canapa ha proprietà antibatteriche che hanno il potenziale di combattere il MRSA. Il MRSA è un’infezione batterica responsabile di molti problemi dovuti alla sua resistenza a molti antibiotici.

Nel caso si voglia aggiungere il CBD alla propria crema idratante, il miglior modo è quello di aggiungere i cristalli di CBD alla propria crema. Per aggiungere i cristalli di cbd in maniera corretta sarebbe necessario avere a disposizione una bilancia di precisione, in modo da avere la giusta percentuale di CBD.

Quanto CBD dovrei prendere?

Se stai iniziando ora a utilizzare il CBD, è importante introdurre piccole dosi e monitorare i risultati.

Si raccomanda di prendere una quantità bassa di CBD e di osservare attentamente ciò che sta accadendo. La reazione del corpo di ognuno sono diverse e per questo non è possibile avere una sola dose consigliata per tutti. Noi utenti dobbiamo sperimentare fino a quando non troveranno quale dose funziona per loro.

Per imparare a dosare correttamente il vostro CBD, leggete la nostra guida al dosaggio del CBD.

Riferimenti

  1. Nagarkatti, P., Pandey, R., Rieder, S., Hegde, V. and Nagarkatti, M. (2009). Cannabinoids as novel anti-inflammatory drugs. Future Medicinal Chemistry, 1(7), pp.1333-1349. []
  2. Bruni, N., Della Pepa, C., Oliaro-Bosso, S., Pessione, E., Gastaldi, D. and Dosio, F. (2018). Cannabinoid Delivery Systems for Pain and Inflammation Treatment. Molecules, 23(10), p.2478. []

Connettiti su Facebook con altre persone che utilizzano il CBD
Vorresti conoscere l'esperienza di altri utenti di CBD? Hai domande sul CBD? C'è un gruppo CBD attivo su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *